Medienmitteilungen italienisch

Weiterlesen

Innanzitutto il PLD grigione intende rivolgere ai membri della CPI (Commissione parlamentare d’inchiesta) la propria riconoscenza e un ringraziamento per il grande lavoro svolto. Il PLD spera che la CPI possa ora concentrarsi pienamente sul proseguimento del lavoro relativo al cartello degli appalti nel settore delle costruzioni.

Veniamo ora al rapporto intermedio che pone la sua attenzione sugli interventi della polizia, soggetti a molte critiche e incomprensioni, che stanno all’origine dell’istituzione della stessa CPI.

Riassumendo si può dire che l’indagine della CPI relativa agli interventi della polizia si è confermata necessaria ma anche che non sono stati individuati collegamenti con il cartello degli appalti nel settore delle costruzioni. L’intero procedimento che ha portato all’intervento del corpo speciale d’intervento della polizia risulta quantomeno discutibile. Grossi errori sono avvenuti nell’ambito della verbalizzazione e della documentazione dei casi. Agli occhi del PLD è ora importante che il Governo prenda sul serio le raccomandazioni della CPI. Negli ultimi due anni sono già state attuate diverse misure, altre dovranno essere attuate da subito senza esitazioni. In questo contesto la frazione PLD esprime chiare aspettative al Governo. E questo in particolare nei seguenti punti come già raccomandato dalla CPI:

Verbalizzazione e documentazione delle azioni amministrative
Introduzione di un sistema di gestione cantonale delle minacce
Formazione continua della polizia
Direttive riguardanti l’applicazione del diritto di ricusa

Contemporaneamente anche il Dr. iur. Andreas Brunner, già procuratore generale di Zurigo ha presentato il suo rapporto sugli avvenimenti nell’ambito degli interventi della polizia, redatto su incarico del Governo  Grigione. Il PLD constata che Andreas Brunner ottiene e formula nel suo rapporto praticamente le stesse conclusioni e raccomandazioni della CPI. Il PLD accoglie con favore anche le sue proposte.

In occasione della conferenza stampa con Andreas Brunner il direttore della del dipartimento di giustizia e polizia Peter Peyer ha dichiarato esplicitamente „che il Governo si rammarica che nei confronti di AQ non tutte le istituzioni menzionate nei rapporti, abbiano agito correttamente negli ambiti di loro competenza.” Il PLD prende atto favorevolmente della presa di coscienza.

Il PLD grigione accoglie inoltre con favore il fatto che nel frattempo dagli spiacevoli avvenimenti siano stati tratti degli insegnamenti, altri dovranno seguire. È ora compito del Governo occuparsi dell’attuazione.

La frazione PLD si riserverà, in occasione del dibattito che si terrà la prossima settimana in Gran Consiglio, di porre domande aggiuntive e integrative su possibili ulteriori incoerenze.

Silvio Zuccolini, Responsabile stampa
PLD.I Liberali Grigioni

Weiterlesen

Finalmente, dopo il 2011, al PLD.I Liberali Grigioni è riuscita l’impresa di riconquistare il seggio al Consiglio nazionale allora perso in condizioni sfavorevoli e sfortunate. Questo è stato possibile con una lista principale equilibrata, due liste di sostegno e la lista dei giovani liberali.
Il PLD si congratula di cuore con la nuova Consigliera nazionale brillantemente eletta, la bregagliotta Anna Giacometti, per l’importante e elezione, ottenuta in un finale al cardiopalma con i suoi concorrenti. Con la sua elezione la voce del pensiero liberale dei Grigioni sarà nuovamente rappresentato nel Consiglio nazionale.
Il PLD grigione accoglie inoltre la nuova Consigliera nazionale con un cordiale benvenuto all’interno della direzione del partito e si rallegra di una piacevole e fruttuosa collaborazione con lei.
La direzione del PLD ringrazia inoltre di cuore tutti gli altri candidati per l’enorme sostegno e per il loro instancabile impegno nel perseguire gli obiettivi prefissati.

Infine il PLD ringrazia e si congratula con il suo Consigliere agli Stati Martin Schmid, brillantemente rieletto, che potrà così proseguire con successo il lavoro in seno al Consiglio degli Stati insieme al suo collega Stefan Engler.

Bruno W. Claus, Presidente
Silvio Zuccolini, Responsabile stampa

Weiterlesen